Richiesta informazioni

© 2016 by venuslab chirurgia plastica palermo dr curinga

Blefaroplastica, caratteristiche e risultati dell’operazione

Tra gli interventi più richiesti all’interno del nostro centro di chirurgia plastica Palermo, c’è sicuramente quello di blefaroplastica, o “chirurgia estetica delle palpebre”. Un intervento che, come suggerisce lo stesso nome, è effettuato per poter ridurre o eliminare gli eccessi cutanei delle palpebre (sia superiori che inferiori), o ancora per poter rimuovere il grasso che è presente sotto gli occhi, e che determina l’insorgenza delle sgradite borse.

 

In realtà, però, l’intervento di blefaroplastica ha una portata e una versatilità ben più ampia. Si può infatti ricorrere a tale operazione anche per poter modificare lo sguardo, sollevando o riposizionando il canto palpebrale.

 

Chiarito quanto sopra, e rammentato che – evidentemente e come avviene per ciascuna operazione di chirurgia plastica – ogni indicazione non potrà che essere ponderata attentamente e in maniera specifica con il singolo paziente, una delle domande più frequenti che vengono ricondotte ai nostri specialisti è legata proprio ai risultati che si possono ottenere con questo intervento, e se vi siano o meno dei rischi di cui tenere debita considerazione.

 

Andando con ordine, sottolineiamo innanzitutto come il risultato finale non possa che dipendere da diversi fattori, come le condizioni del viso, l’età della pelle, la presenza di adipe più o meno consistente, la quantità e le caratteristiche delle rughe, l’impatto delle sostanze ormonali, e così via. Proprio  per tali ragioni, una previsione del risultato finale dovrà essere il frutto di un’attenta condivisione con il chirurgo, che effettuerà una valutazione individuale sul singolo proprio paziente. Si può tuttavia anticipare che il risultato ottenibile mediante blefaroplastica è generalmente contraddistinto da una notevole longevità, e che i tempi di mantenimento di un soddisfacente effetto desiderato sono in media di 6-8 anni, con la possibilità che – in alcune situazioni – il risultato sia però addirittura permanente.

Per quanto infine concerne i rischi, le complicazioni in seguito a un intervento di blefaroplastica sono molto contenute: l’operazione è oggi considerata molto sicura, e di norma i problemi post intervento più comuni si limitano alla formazione di ematomi, comunque limitati a ipotesi minoritarie.

 

È inoltre possibile che dopo una blefaroplastica possano verificarsi temporanei effetti collaterali come la secchezza oculare, o una transitoria perdita della sensibilità delle palpebre. In ogni caso, tali effetti sono considerabili non duraturi, e in grado di sparire gradualmente nel corso delle settimane.

 

Rammentiamo pertanto come l’intervento sia sostanzialmente privo di elevati rischi, e come il paziente che viene operato di blefaroplastica sarà interessato da una convalescenza limitata. Tutto ciò che sarà lui richiesto sarà, di norma, una specifica e maggiore attenzione nelle prime due settimane dopo l’intervento, in cui sarà domandato l’uso di specifici colliri o pomate. Eventuali arrossamenti oculari sono da considerarsi normali, così come la comparsa di fotofobia o un aumento della lacrimazione, destinata a ricondursi in una condizione di normalità in pochi giorni.

 

Ricordiamo naturalmente che gli specialisti del nostro centro di chirurgia plastica a Palermo sono a completa disposizione per esaudire ogni richiesta di informazione, assistenza e supporto qualificato!