Richiesta informazioni

© 2016 by venuslab chirurgia plastica palermo dr curinga

Lipolaser, come sciogliere i grassi di troppo!

Sempre più richiesta e apprezzata, grazie agli ottimi risultati che è in grado di fornire, a fronte di effetti collaterali e fastidi minimi o assenti, il lipolaser è una tecnica estetica che può permettere di ridurre i grassi concentrati in alcune zone del corpo in modo davvero molto efficace. Come ricordano i nostri specialisti di chirurgia laser a Palermo, infatti, il trattamento non è invasivo, non genera dolore nel paziente e può essere scelto da un vasto numero di pazienti.

 

Ma come funziona il lipolaser? Quali sono le caratteristiche di questa operazione così frequente all’interno del nostro centro di chirurgia laser di Palermo?

 

Come funziona il lipolaser

 

Il lipolaser è un trattamento che viene effettuato sulla base della fruizione di specifici macchinari con differenti potenze di laser diodo. Tale potenza è canalizzata attraverso dei pad che sono applicati sulla regione del corpo da trattare. l’efficacia di questa operazione è piuttosto

elevata, a cominciare già dalle prime sedute. Ma perché?

 

Il motivo è piuttosto semplice… almeno, a riassumerlo in queste poche righe! I dispositivi con cui viene effettuata la tecnica del lipolaser emettono infatti energia nello strato superficiale dell’adipe, facendo partire un segnale chimico nelle cellule adiposo. Le cellule che contengono i grassi così “colpiti” si scompongono in acidi grassi liberi e glicerolo. I canali delle membrane cellulare potranno così rilasciare gli acidi, e l’acqua potrà trasportarli mediante il sistema linfatico fino ai reni, dove saranno espulse attraverso le urine.

 

Quali risultati sono ottenibili

 

Il lipolaser è una tecnica piuttosto versatile, che può essere utilizzata con particolare efficacia in una lunga serie di parti del corpo. Naturalmente, ad essere maggiormente indiziate sono quelle aree dove si depositano maggiormente i lipidi, come le cosce, i fianchi, la schiena, l’addome, le braccia, il mento.

 

Per quanto attiene i risultati, gli stessi possono essere apprezzati già dalle prime sedute e, al termine del ciclo di sessioni di trattamento, sono davvero notevoli, con un effetto di modellamento che apparirà ben significativo, se si confronteranno le immagini del prima e del dopo.

 

Ci sono rischi?

 

Una delle domande più frequenti da parte di tutte le persone che si avvicinano al lipolaser è se questa procedura abbia o meno dei rischi e delle controindicazioni.

 

È lecito, in tale contesto, cercare di rassicurare i pazienti dalle maggiori preoccupazioni. Il lipolaser infatti non è invasivo, e tutto ciò che si potrebbe avvertire durante le sedute è un bruciore temporaneo e transitorio. Non ci sono dunque particolari rischi, né controindicazioni. È possibile applicarlo con particolare ottimismo e soddisfazione in tutte le parti del corpo che hanno un eccesso di grassi, su qualsiasi tipo di pelle, senza effetti collaterali di rilievo.

 

È pur vero che, trattandosi di un intervento impattante sul proprio organismo, anche il lipolaser merita di essere il risultato di un processo di accompagnamento che i nostri specialisti saranno in grado di valutare e di personalizzare. È ad esempio sconsigliato l’uso di tale tecnica su donne in gravidanza, su soggetti diabetici o su coloro che soffrono di problemi a reni.